Home Archivio News

Cerca nello shop

Shop on Line


Tutti i prodotti
Statistiche
News
ACQUA, ISLAM E ARTE - MAOTORINO Stampa E-mail
Goccia a goccia dal cielo cade la vita.
ACQUA, ISLAM E ARTE
da 13 Aprile 2019 a 1 Settembre 2019

Mostra a cura di Alessandro Vanoli

Una grande mostra che racconta il rapporto tra acqua e Islam, dalle sue radici più antiche ai suoi tanti complessi sviluppi, sino alle necessità più recenti. Alcuni dei più importanti musei europei ed extraeuropei – tra i quali l’Ashmolean Museum of Art and Archaeology di Oxford, il L.A. Mayer Museum of Islamic Art di Gerusalemme, il Benaki Museum di Atene, il Museo de La Alhambra di Granada, la Biblioteca Apostolica Vaticana, il Museo Nazionale del Bargello di Firenze, il MUCIV – Museo delle Civiltà di Roma –  hanno messo a disposizione le loro preziose opere per realizzare questo progetto.
 

Mā’, poche lettere in arabo. Comincia tutto da lì.

A partire dalle affermazioni del Corano e della letteratura successiva, si illustra lo sviluppo storico dei tanti ruoli e significati ricoperti dall’acqua e l’incarnazione dei suoi significati nell’arte e nei manufatti islamici.

Tra l’acqua e il mondo islamico esiste infatti un rapporto antico e intimo. Le ragioni climatiche lo spiegano solo in parte: vi è un’eredità antica di culture e civiltà precedenti, un senso religioso profondo e tante complesse ragioni sociali e culturali. L’acqua appartiene ai nostri sogni più profondi: evoca la maternità, la pulizia, la purità, la sensualità, la nascita e la morte. Questo naturalmente vale per ogni civiltà, ma nell’Islam tale serie di idee ha trovato un suo senso più profondo, facendo dell’acqua uno dei cardini stessi dell’esistenza umana: un cardine tanto spirituale quanto sociale ed estetico.

La mostra è una narrazione attraverso immagini, reperti, libri e miniature: tecnologia, vita quotidiana e arte, che per secoli si sono rispecchiate nelle tante diverse fruizioni dell’acqua.

Grazie ai prestiti concessi dalle più importanti istituzioni europee ed extraeuropee, da autorevoli collezionisti privati e alle preziose opere custodite al MAO, l’esposizione testimonia la varietà e la ricchezza di manufatti legati al tema e all’uso dell’acqua. Tra gli oltre 120 manufatti esposti, vi saranno bocche di fontane siriane, brocche iznik, tappeti che coprono un arco temporale che va dal XVI al XIX secolo, una coppa in vetro iraniana del IX-X secolo, uno spargiprofumo del XII-XIII secolo proveniente dall’India, oltre a numerosi manoscritti.

Verranno raccontate le canalizzazioni siriane, i giardini di Spagna e i bagni di Istanbul. Ma non solo. Vi sarà spazio anche per guardare all’eredità islamica nel mondo europeo: dal cinquecento sino all’orientalismo ottocentesco - nelle vetrine troveranno spazio straordinari oggetti “trasformati”, come il vaso d’arte fatimide del X-XI secolo in cristallo di rocca con montatura di manifattura fiorentina del 1555 diventato un reliquiario o oggetti ispirati al mondo islamico, come il catino da barbiere di manifattura veneta - fino a scoprire che tanto di quel passato non ci è solo vicino, ma ci appartiene intimamente.

L’allestimento giocherà con il suono e il movimento dell’acqua, così da far immergere opere e visitatori in un paesaggio di armonie sonore e visive. Richiamando impianti e simboli, la mostra si suddivide in quattro tematiche principali. Un percorso scandito da grandi temi, che servono a sottolineare le caratteristiche comuni di tale relazione, pur mostrando l’importanza delle varie differenze culturali e regionali dei mondi islamici.  Il percorso comincerà dalla fruizione religiosa: la parola del Corano, il pellegrinaggio, la preghiera, la purificazione. E per questa via il pubblico entrerà poi nella seconda sala, per una necessaria sosta nell’hammam, nel bagno inteso come luogo di purificazione e aggregazione, per sottolinearne il senso religioso, igienico e sociale. Poi si seguiranno i percorsi dell’acqua sino all’interno delle case e dei palazzi, nella vita quotidiana, tra sostentamento e convivialità, per affrontare infine il tema dell'approvvigionamento, degli acquedotti e delle fontane. Per questa via sarà inevitabile uscire infine negli spazi aperti, quelli dell’agronomia e del giardino, per parlare di campagne, di oasi e degli spazi domestici o pubblici adibiti alla coltivazione e alla ricreazione. Tecnologia, vita quotidiana e arte, che per secoli si sono rispecchiate nelle tante diverse fruizioni dell’acqua. Per non dimenticare quanto tutto questo parli al presente, visto che l’acqua è oggi forse il bene più fragile e conteso e che troppa parte del mondo musulmano lotta e soffre per l’accesso a quella risorsa.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Comitato scientifico: Giovanni Curatola, Presidente,

Ilaria Bellucci, Marco Galateri di Genola, Claudia Maria Tresso, Alressandro Vanoli

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

In mostra è usato la font ad Alta Leggibilità biancoenero di biancoenero edizioni disegnata da Umberto Mischi disponibile gratuitamente per chi ne fa un uso non commerciale. www.biancoeneroedizioni.it

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Catalogo mostra edito da Silvana Editoriale.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Per tutta la durata della mostra un calendario di eventi consentirà al pubblico di approfondirne i temi e di immergersi, anche se solo figurativamente, nell’acqua che scorre nelle sale espositive del MAO. La rassegna prevede incontri con gli studiosi che hanno contribuito alla realizzazione della mostra e conferenze in collaborazione con il Politecnico di Torino. A completare il calendario visite guidate e attività per famiglie.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

PRESENTAZIONE AGLI INSEGNANTI venerdì 12 aprile alle ore 15

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

ORARIO da martedì a venerdì 10-18; sabato e domenica 11-19

La biglietteria chiude un’ora prima. Chiuso normalmente il lunedì

Aperture straordinarie Pasqua, pasquetta, 25 e 29 aprile, 1 maggio, 2 e 24 giugno, 15 agosto 2019

TARIFFE

Mostra: intero €10; ridotto €8; Gratuito Abbonati Musei Torino Piemonte

Mostra + collezioni: intero €14; ridotto €12; Gratuito Abbonati Musei Torino Piemonte

INFO t. 011.4436932


mao@fondazionetorinomusei.it

www.maotorino.it
 
Ikats indonesiani al "Museo do Oriente" di Lisbona Stampa E-mail

 

Presso il Museo do Oriente a Lisbona si terrà una mostra di tessuti tradizionali Ikat provenienti dall'Indonesia intitolata "Linguaggi tessuti" da Venerdì 23 Ottobre 2014 al 25 gennaio 2015.

Alcuni esemplari saranno presi in prestito da altri musei, ma il nucleo della mostra sarà formato dalla celebre 'Pusaka Collection' di Peter Ten Hoopen, da lungo tempo residente in Portogallo, che iniziò la sua appassionata collezione durante un viaggio in Indonesia nel 1970.


La mostra, che si estenderà su un percorso di oltre 500 m2, presenterà l'arte della tessitura di tutto l'arcipelago indonesiano, da Sumatra al Borneo e fino a Timor Est e oltre, incluso alcuni pezzi del XX secolo realizzati in piccole e remote isole dello sconfinato arcipelago. La collezione, che consta di 175 pezzi d'epoca, è inoltre arricchita da una poderosa documentazione scientifica.


Orari d'apertura: dal Martedi alla Domenica 10.00 – 17.00.

Location: "Museo do Oriente", Avenida de Brasília, Doca de Alcântara (Norte), 1350-352 Lisbon

Per maggiori informazioni sulla Pusaka Collection www.ikat.us

 
LARTA 2014 - The London Antique Rug & Textile Art Fair Stampa E-mail

Dal prossimo 03 al 06 Aprile si rinnova per il quarto anno il tradizionale appuntamento con i tappeti antichi e l'Arte tessile del LARTA - The London Antique Rug & Textile Art Fair.

La tradizionale Mostra Mercato resta invariata nella sua collocazione, presso "The Showroom" in Penfoild St.

L'obiettivo degli organizzaotri resta quello di presentare tappeti antichi e rari, e bellissimi tessuti per i collezionisti più esigenti e decoratori d'interni.

Per la prima volta, ci sarà una "Larta on line" in concomitanza con la Fiera. Tutti gli espositori potranno caricare i loro migliori pezzi, con didascalie, prezzi e contatti che andranno online dal mattino del 3 aprile, in contemporanea con l'apertura della Fiera, fornendo così un'ottima vetrina alla fiera anche per coloro che saranno impossibilitati a partecipare.

 


 

Ulteriori info su http://www.larta.net

top

 

 
Domotex - 11-14/01/2014 Stampa E-mail

 

Dal 11 al 14 Gennaio prossimo, Hannover ridiventerà capitale del tappeto grazie all'esposizione DOMOTEX 2014.

La più importante mostra internazionale di tappeti e pavimentazione esistente a tutt'oggi, Domotex 2014 si ripropone con una serie di conferenze, novità, prodotti, che non mancheranno di incuriosire i visitatori.

 

 

Per maggiori info, o per visitare la mostra, seguite il link:

Maggiori Info

 
"Tappeti Anatolici" presso il Museo Nazionale di Danzica Stampa E-mail

 

24 importantissimi tappeti, risalenti dai primi anni del XVI secolo fino a metà del XVIII secolo e provenienti dal Museo Brukenthal di Sibiu, saranno in mostra presso il Museo Nazionale di Danzica dal 16 novembre 2013 al 16 febbraio 2014.



La cerimonia di inaugurazione (Sabato 16 Novembre 2013 alle 06:00) comprenderà una visita guidata alla mostra e sarà seguita da una conferenza tenuta da Stefano Ionescu: "E' la prima volta dopo l'esposizione di Budapest del 1914 che tutti i migliori esemplari del principale museo della Transilvania saranno di nuovo in mostra. Holbein, Lotto, Ushaks ecc..."

Per maggiori informazioni: Museo Nazionale di Danzica, Toruńska 1, Danzica, Polonia
 
Mercante In Fiera - 5-13 Ottobre 2013 Stampa E-mail

 

Mercanteinfiera, 32° Mostra internazionale di modernariato, antichità e collezionismo

Mercanteinfiera è una vera e propria città antiquaria nella quale più di mille espositori, da tutte le piazze antiquarie europee, esibiscono le proprie scoperte a decine di migliaia di visitatori professionali, collezionisti e cultori della memoria.

E’ un evento unico, tra i più importanti appuntamenti del settore su scala europea: più di mille operatori presentano le proprie opere di modernariato, antichità e collezionismo scovate nei loro viaggi.

Migliaia di proposte preziose ma anche curiose o solamente “riscoperte di un nostro recente passato”.

Due grandi appuntamenti in primavera e autunno a Parma, nel cuore dell’Emilia e dell’Italia, a due passi dal mondo per scegliere tra migliaia di pezzi di stili diversi, verificare le tendenze del mercato, scoprire nuove filiere collezionistiche, conciliare gli affari con un piacevole soggiorno nella capitale della Food Valley, la città della cucina ma anche della musica e dell’arte.

 


 

Rivolto a tutti!

• Visitatori alla ricerca dell’acquisto curioso o importante ma anche unico
• Collezionisti, i designer, gli architetti alla ricerca di materiali di ogni epoca e stile

Maggiori Info:

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 1 di 12
 

Login e ricevi la ns. Newsletter

Offerte del Mese

Servizi e Contatti

Acquistiamo da Privati tappeti e/o mobili, fino ad interi arredamenti.

Contattaci
per servizi di Consulenza, Stima e Perizie, per Divisioni Ereditarie, o vendite in asta.

Telefono o Fax:

Telefono +39 081 7643824
FAX +39 081 19576660

Cell. anche Whatsapp          +39 3337146761

Via email:

persepolis@persepolis.it
Info info@persepolis.it
Dir. Ed. rchietti@persepolis.it

Skype:

Chiamaci!

Soddisfatti o Rimborsati

Per ogni acquisto effettuato via internet, o comunque senza ambientazione in loco, Vi garantiamo il rimborso dell'intera somma versata, per i 15 gg. successivi alla vendita.