I tappeti del "Re del rame" Stampa

 

Il prossimo 24 Novembre, nella sede newyorkese della Christie's, si potrà assistere ad un'asta nella quale verranno inseriti alcuni oggetti davvero particolari: tra questi, una parte della collezione di tappeti del XVII secolo della Corcoran Gallery of Art di Washington. I pezzi, quattordici in tutto, provengono a loro volta dalla collezione di quello che fu uno degli uomini più ricchi della sua generazione: William A. Clark.

Il senatore William A. Clark (1839-1925), fu un personaggio estremamente eclettico e pittoresco che, dopo una carriera ricca di successi nell'industria mineraria, delle banche e in altri settori dell'economia, fece alla fine la sua fortuna nel "rame", facendosi conoscere come uno dei "Re del rame" di Butte, Montana.

Il suo sogno più recondito era però di diventare un senatore degli Stati Uniti, ma questo gli fu per molto tempo precluso in seguito allo scandalo del 1899, nel quale fu accusato di aver corrotto i membri della "Montana State Legislature" (il parlamentino dello stato) a votare per lui.

Il Senato gli rifiutò il seggio, ma dopo una campagna molto aggressiva, fatta di populismo, favori e promesse, i membri del più alto consesso statunitense, dovettero fargli spazio. Clark è morto all'età di 86 anni nella sua villa sulla Fifth Avenue a New York, fu uno dei più assidui ed importanti clienti delle più famose gallerie di arte e antiquariato di New York e dei mercanti d'arte internazionali, uno degli americani più ricchi della sua generazione. Dopo la sua morte, la maggior parte della collezione d'arte e arredi di pregio, tra cui molti tappeti orientali dal suo palazzo, fu lasciata alla "Corcoran Gallery of Art di Washington" che oggi rivende alcuni, ma non tutti, i tappeti del senatore.

 

 

I lotti, comprendono alcuni Isfahan di eccezionale bellezza, annodati intorno al 1600, uno in seta (Polonaise), ma tutti in grado di offrire una visione abbastanza completa dei tappeti persiani del XVII secolo, in particolare di ciò che l'Iran aveva da offrire al mercato internazionale dell'epoca.

I lotti in asta

L'asta Christie's