Home

Cerca nello shop

Shop on Line


Tutti i prodotti
Statistiche
Dizionario Tecnico
Dizionario Tecnico - N Stampa E-mail
Indice Articolo
Dizionario Tecnico
B
C
D
E
F
G
H
I - J
K
L
M
N
O - P
Q - R
S
T
U - V
W - Z
Tutte le pagine
 

N

Namad: Tappeto di feltro. È in genere decorato con applicazioni e/o ricami di motivi assai semplici. È manufatto tipico delle popolazioni turkmene, uzbeke e di tutte quelle dell’Asia centrale; si trova comunemente anche in Pakistan ed in India, dove viene chiamato namda.

Namakdan: Contenitori, eseguiti a pelo o in tessuto piano, per sale o granaglie. La forma è di una sacca quadrata o rettangolare sormontata da un collo stretto, più o meno lungo, passibile di legatura.

Namazlik: È il nome turco dei tappeti da preghiera.

Navar: È una striscia a pelo o in tessitura piana, usata per la bardatura di animali da soma.

Nimbaft: In Persia si chiamano così le tessiture piatte con alcune parti annodate. Vedi anche: Suf.

Nodo: elemento fondamentale della struttura del tappeto; viene eseguito con filati colorati di lana, seta, cotone, intorno a due o più orditi. I capi recisi del nodo formano il vello del tappeto. La densità dei nodi costituisce un elemento di estrema importanza per la valutazione del tappeto.

Il nodo asimmetrico (detto anche persiano, senneh o farsibaf), è diffuso prevalentemente in aree di cultura persiana; si esegue avvolgendo il filato intorno a due orditi adiacenti e facendo uscire i capi del nodo da interspazi diversi.

Il nodo jufti eseguito su quattro orditi, fu usato nell’antichità in alcune zone del Khorasan e attualmente è usato nelle produzioni persiane e pakistane correnti.

Il nodo simmetrico (detto anche turco, ghiordes o turkbaft), è diffuso prevalentemente in area di cultura turca; si esegue avvolgendo il filato intorno a due orditi adiacenti e facendo uscire i capi del nodo dall’interspazio compreso fra essi.

Il nodo spagnolo è un termine improprio con cui si definiscono convenzionalmente i nodi eseguiti su un solo ordito.

Il nodo tibetano è usato in Tibet, realizzato avvolgendo a ogni ricorso il filato di lana che formerà il vello alternatamene intorno a due orditi e a una bacchettina di legno, provvista di una fessura longitudinale. In essa, terminato il ricorso, il tessitore farà scorrere una lama recidendo gli anelli di lana avvolti attorno alla bacchettina. Le estremità degli anelli recisi formano il vello del tappeto. La tecnica viene detta a cappi recisi e a groppetti.

 top



 
 

Login e ricevi la ns. Newsletter

Offerte del Mese

Servizi e Contatti

Acquistiamo da Privati tappeti e/o mobili, fino ad interi arredamenti.

Contattaci
per servizi di Consulenza, Stima e Perizie, per Divisioni Ereditarie, o vendite in asta.

Telefono o Fax:

Telefono +39 081 7643824
FAX +39 081 19576660

Cell. anche Whatsapp          +39 3337146761

Via email:

persepolis@persepolis.it
Info info@persepolis.it
Dir. Ed. rchietti@persepolis.it

Skype:

Chiamaci!

Soddisfatti o Rimborsati

Per ogni acquisto effettuato via internet, o comunque senza ambientazione in loco, Vi garantiamo il rimborso dell'intera somma versata, per i 15 gg. successivi alla vendita.