Home Archivio Articoli di approfondimento I Tappeti Berberi e l'arredamento moderno

Cerca nello shop

Shop on Line


Tutti i prodotti
Statistiche
I Tappeti Berberi e l'arredamento moderno Stampa E-mail

 

Il termine "tappeti tribali" o "tappeti nomadi", evoca immediatamente immagini di un Medio Oriente esotico, di un'Asia popolata da etnie ben caratterizzate.

In termini di progettazione dei disegni, quando si parla di "tappeti nomadi" si tende a pensare ad un complesso repertorio ornamentale di intricati motivi geometrici, espressi su una tavolozza di colori profondi, talvolta scuri.

Un esempio di tappeti che sfugge a questi preconcetti, e ne vedremo subito gli esempi, è rappresentato da quei manufatti realizzati dai popoli berberi della regione montagnosa dell'Atlante marocchino.

In termini puramente geografici, i tappeti marocchini non potrebbero essere classificati come Orientali o Mediorientali, che dir si voglia, in quanto realizzati a latitutidini ben più occidentali delle più importanti città europee. Eppure, le tribù convertite all'Islam già nel VII secolo, presero ispirazione, almeno inizialmente, proprio dalle produzioni di tappeti Mediorientali.

Da un punto di vista di colori e disegni usati poi, è ancora più difficile accomunare i tappeti berberi a quelli di stampo nomade mediorientale. Invece che la classica escursione cromatica (prevalentemente bruna) dei Turcomanni o dei Baluchi, alcuni tappeti marocchini sono pervicacemente vivaci, mentre altri presentano una fresca, neutrale composizione di colori, che alletta enormemente i più sofisticati designer contemporanei. Inoltre, al posto della ripetizione geometrica altamente organizzata e dettagliata dei manufatti dell'Asia centrale, le produzioni berbere sono caratterizzate da una enorme libertà del disegno, grande spontaneità, ed un gusto quasi "coraggioso" per l'espressività grafica.

Se ad esempio si guarda il Boujad a fianco, si può notare come la classica linearità di una scacchiera, disegno che si trova spesso anche ad esempio nei gabbeh o nei tappeti Kashkay dell'Iran meridionale, qui viene deformata, prima con una diversa colorazione, poi nella forma, fino a diventare, prima uno zig-zag, poi un insieme di linee orizzontali, che si riassemblano infine nella primaria teoria di quadrati. Il tutto, ad identificare il cielo, con sotto di se, le dune e il deserto del Marocco, qui reso dalla colorazione rossastra, che ricorda i colori del tramonto sulle montagne dell'Atlante.

Vi è insomma, qusi una prefigurazione di quella che poi diventerà negli anni '60, la "pop-art" statunitense.

Un'altra produzione altamente emblematica dei tappeti berberi, è quella che si riscontra nelle tribù nomadi di Beni Ouarain, che sembrano combinare il gusto per la linearità minimalista, con il simbolismo dell'arte grafica primitiva.

Se ad esempio guardiamo la foto sottostante, possiamo notare il disegno organizzato attorno all'idea di un "diamante", di per se molto lineare e simmetrico, ma qui realizzato con notevole libertà.

All'interno di esso, dei simboli, probabilmente marchi tribali, anch'essi posti senza alcuna simmetria rispetto al contesto generale.

E' naturale che un esemplare del genere suggerisca modalità di espressioni ataviche e remote. In alcuni esemplari simili, si riscontrano notevoli affinità con le migliori rafia delle etnie Kuba del Congo, ma allo stesso tempo, la sua tavolozza bicroma, rappresenta qualcosa di estremamente moderno.

Tutti questi tappeti ci ricordano che l'estetica delle popolazioni tribali, per definizione "primitive", mostrano modalità espressive che spesso convergono con i gusti e le sensibilità contemporanee. Qualunque manufatto berbero si adatta splendidamente all'interno di un arredamento moderno ed anzi, ne rappresenta la naturale evoluzione.

Con la loro geometria astratta ma lineare, completano infatti il minimalismo di molti mobili dal design contemporaneo. Anche i tappeti con colorazione neutra, costituiscono un ottimo fondo per gli arredi e i dipinti più colorati, così come quelli dai colori più vibranti si potrebbero integrare alla perfezione con i metalli e i cuoi dei mobili e delle sculture moderne. Da qualsiasi punto di vista, i tappeti nomadi del Marocco offrono un interessante ventaglio di possibilità e potenzialità per gli interni moderni.

 
 

Login e ricevi la ns. Newsletter

Offerte del Mese

Servizi e Contatti

Acquistiamo da Privati tappeti e/o mobili, fino ad interi arredamenti.

Contattaci
per servizi di Consulenza, Stima e Perizie, per Divisioni Ereditarie, o vendite in asta.

Telefono o Fax:

Telefono +39 081 7643824
FAX +39 081 19576660

Cell. anche Whatsapp          +39 3337146761

Via email:

persepolis@persepolis.it
Info info@persepolis.it
Dir. Ed. rchietti@persepolis.it

Skype:

Chiamaci!

Soddisfatti o Rimborsati

Per ogni acquisto effettuato via internet, o comunque senza ambientazione in loco, Vi garantiamo il rimborso dell'intera somma versata, per i 15 gg. successivi alla vendita.